Un paio di settimane fa abbiamo visto insieme come redigere una cover letter in inglese. Oggi approfondiremo invece come stilare un Curriculum Vitae in inglese, soffermandoci sulle principali differenze rispetto all’italiano.

Formato:

In Italia siamo (purtroppo) spesso abituati a ricevere o inviare curriculum standardizzati e molto lunghi. L’Europass, nonostante la sua aspirazione a standard internazionale, è un formato che all’estero è considerato eccessivamente articolato e dispersivo. Meglio essere il più sintetici possibile, utilizzando una formattazione semplice e lineare.

Il formato anglofono standard è da impostare con il proprio nome al centro della pagina. L’indirizzo, il numeo di telefono e l’email vanno invece inseriti in un blocco sul lato sinistro del CV.

Foto e data di nascita:

Considerate necessarie o quanto meno raccomandabili in Italia, fotografia e data di nascita non sono richieste nel CV anglofono. Questi dati sono infatti considerati discriminanti, salvo indicato diversamente (ad esempio per una posizione aperta ai giovani neolaureati o che richieda una bella presenza).

L’intestazione: career profile o objective statement

I Curriculum anglofoni vanno introdotti dal career profile, un breve paragrafo che sintetizza le proprie esperienze, competenze e capacità rilevanti per la candidatura. L’objective statement è invece utilizzato dai neolaureati e indica quale tipo di lavoro stiamo cercando e perché.

Esperienza lavorativa – Work Experience

Qui, come nell’omonima sezione del CV italiano, si elencano il nome delle aziende con cui si ha collaborato, la durata, le posizioni occupate e le principali mansioni. Se si ha una lunga lista di esperienze lavorative, meglio mettere solo quelle più simili al lavoro per cui ci si sta candidando.

Istruzione – Education and Qualifications

Tradurre i voti non va fatto in automatico. Attenzione a non cadere nella trappola dei numeri e delle abbreviazioni che rischiano di oscurare i risultati. Se possibile, utilizzare il linguaggio universale delle percentuali. Attenzione anche nella traduzione dei titoli: il concetto di master in Italia non è lo stesso negli Stati Uniti, per esempio. Meglio lasciarli in italiano, aggiungendo una parentesi esplicativa.

Abilità extra – Additional Skills

Questa sezione è quella dove inserire le competenze acquisite e trasferibili in altri settori, come Leadership, Organisation e Teamwork. Meglio evitare competenze ormai considerate banali come l’utilizzo di Office o di Internet.

Traguardi – Achievements

In questa sezione si indicano i traguardi, sia personali che lavorativi, che si sono raggiunti durante la propria carriera.

Hobby – Hobbies and Interests

Qui, come anche in italiano, è meglio evitare l’inclusione di informazioni banali come la generica “passione per i viaggi”. Se non è possibile articolare ulteriormente includendo il motivo per cui questa passione potrebbe essere funzionale alla candidatura, meglio evitare.

Le referenze – Referees:

Un CV anglofono si conclude sempre con delle referenze. Si tratta di una lista (aggiornata e verificata) di contatti lavorativi o universitari che possono testimoniare le nostre capacità e il nostro valore.

Cover Letter:

Il CV va sempre spedito in coppia con una cover letter. Come sottolineavamo la settimana scorsa, la cover letter non è una sintesi del curriculum, bensì un approfondimento che indica perché si è qualificati per la posizione in questione.

Qualche consiglio generale:

Attenzione all’ortografia e agli anglesismi/americanismi. Valutare attentamente il lessico a seconda che il CV sia destinato al Regno Unito o agli Stati Uniti d’America. In caso questo fosse destinato ad un altro Paese, assicurarsi che le scelte lessicali siano uniformi.

Informarsi sull’azienda. Un buon CV si adatta al lavoro specifico e all’azienda per cui ci si sta candidando. Di cosa si occupa l’azienda? Qual è la sua mission? Cosa cerca in un impiegato? Quali competenze specifiche richiede il lavoro? Questi sono tutti elementi da tenere a mente mentre si stila un Curriculum.

Lessico utile e parole chiave:

versatileversatile
committedimpegnato
drivenmotivato
to meet targetsriaggiungere gli obiettivi
Educationistruzione
qualificationstitoli
certificatediploma/ attestato/ certificato
equivalent ofl’equivalente di
gradesvoti
training coursecorso di formazione
degreelaurea
Bachelor’s degreelaurea triennale
PhD, doctor of philosophy, doctorate (min. 3 years)dottorato di ricerca
Experienceesperienza
previous experienceesperienze pregresse
positionposizione lavorativa
appraisalvalutazione
to liaisecollaborare
lateral thinkingpensiero laterale
quick thinkingprontezza mentale

 

 

Pin It on Pinterest